mercoledì 12 luglio 2006

Una specie di indiepop video aggregator (4)

All'ombra del Video Aggregator originale by Inkiostro, nei rari momenti in cui riesco a mettere un po' di ordine tra i link, mi piace segnalare qualche video di quelli "da quattro soldi, spesso senza tante idee ma con un bel po' di divertimento e nessuna pretesa di finire nelle rotazioni di Mtv".
Eccone qua un po' per questo torrido luglio (nei peggiori formati disponibili).

 Peter Bjorn And John >>> Peter Bjorn And John - Young Folks (streaming)
In un mondo migliore, il nuovo singolo del trio svedese sarebbe uno dei tormentoni dell'estate. Una "whistle song" come da anni non si sentiva, tutta basso e percussioni.
La seconda voce è di Victoria Bergsman dei Concretes. La regia del video è di Ted Malmros degli Shout Out Louds. Festa!

 The Concretes >>> The Concretes - The Chosen One (.rm / .wmv)
E a proposito della band di Stoccolma, ecco il video del secondo singolo tratto dal loro ultimo album In Colours (che ho trovato meno riuscito rispetto al loro esordio).
Effetti speciali leziosi per un'idea forse non molto originale ma buona a rendere l'atmosfera garbata e crepuscolare delle canzoni dei Concretes.

 Silver Jews >>> Silver Jews - Sleeping Is The Only Love
Un paio di pezzi di carta, una bella ragazza in bicicletta, un cane e un divano.
Mister David Berman non scrive solo meravigliose canzoni, ma ha le idee ben chiare anche su come far funzionare un video. Questo è il secondo tratto dal suo ultimo album Tanglewood Numbers.

 Balor Knights >>> Balor Knights - Just Cos Keenan Says So
Questo primo video per la band proveniente dalla vivace scena di Sheffield ha pure raggiunto l'ottavo posto al concorso locale "2 Weeks to make it", e scusate se è poco. I Balor Nights non stanno fermi nemmeno nelle immagini in stop motion. Di solito li insegue un'anatroccolo gigante.
A proposito di loro, Indiepop.it ha scritto "tweepop per il nuovo millennio che trasuda urgenza e frenesia, una generazione di Bearsuit in erba ed eskimo".

 The Charade >>> The Charade - Dressed In Yellow And Blue
"Don't you know that a goal can change your life?"... Pare che qualcuno abbia votato questa canzone, tratta dal secondo album degli Charade, come migliore inno non ufficiale per la nazionale svedese agli ultimi mondiali. Con tutto il rispetto e la simpatia per gli Charade, eredi di Happydeadmen e dei fondamentali Shermans, forse non avevano ancora visto il video.

 Camera Obscura >>> Camera Obscura - Lloyd, I´m ready to be heartbroken (.rmvb)
Il 1967 alla Rinascente, ballare sotto la pioggia e comprare tendine optical.
Poi ci pensa il faccino serio serio di Tracyanne Campbell a riportare tutto ai dolenti giorni d'oggi. Coloratissimo e pop, ecco il primo video per uno dei dischi dell'anno.

 The Rumble Strips>>> The Rumble Strips - Hate Me You Do
Una sanguigna band britannica con l'aggiunta di quella sezione di fiati che sa sempre trascinare e farti sentire al pub in mezzo a un mucchio di amici. I bene informati ne parlano già da un po' come la next big thing. Il video non è particolarmente memorabile ma Charlie Waller sembra proprio carino.

 Oh No Ono >>> Oh No Ono - Keeping Warm In Cold Country
Video con zero idee ma dal quale si percepisce bene tutta la frenesia di questa banda di scalmanati danesi. Li teniamo d'occhio sin dal singolo d'esordio dello scorso anno e sembrano sulla giusta strada. Non tutte le loro canzoni sono allo stesso livello, ma quando ingranano si balla bene.

 The Go!Team >>>The Go!Team - The Power Is On
Non so a quando risalga questo breve clip per quello che fu il primo singolo dei Go!Team, ma merita comunque la segnalazione, non fosse altro che per il protagonista, una specie di versione extra large di Michele Restuccia.




 DJ Minaccia Bonus track:

>> DJ Minaccia - My Last Summer
Sei minuti di un non meglio precisato live tutto blip blip e Giappone per il nostro DJ Minaccia.
Coreografie forse appena troppo minimal sul palco, ma sound che spacca.

Nessun commento: