lunedì 4 giugno 2018

Cherry go!

THE JACKSON POLLOCK - CHERRY GO

“Siamo solo due persone che hanno messo insieme una band, non perché fosse figo, ma perché avevamo davvero troppo bisogno di suonare questa musica, e non potevamo fare altrimenti”. Già in questa prima frase di presentazione ci sono alcune cose che mi lasciano abbastanza sbigottito: dentro questo disco suonano soltanto due persone? Davvero quel muro di rumore sporco, quel garage punk esplosivo e travolgente, quelle urla furiose, sono frutto solo di due teste e quattro mani? Sì, ma due teste e quattro mani che non stanno ferme mezzo secondo, e che hanno bisogno di gridare fortissimo e "alzare a 11" tutti i livelli.
Emily, alla batteria e voce, e Reginald, alla chitarra e ogni tanto al basso, hanno un semplice motto: RAW ‘n’ LOUD! E infatti RAW ‘n’ LOUD è esattamente il suono del loro infuocato disco di debutto Cherry Go: sette tracce stipate dentro un sette pollici che potrebbero fare letteralmente scoppiare il vostro giradischi.
I Jackson Pollock non hanno intenzione di perdere tempo a parlare di altre band, influenze, gusti e provenienze. Se vi piace quello che succede al vostro corpo quando li ascoltate o li vedete suonare, hanno già raggiunto il loro obiettivo e non chiedono di meglio. Tutta le valvole dei loro vecchi ampli, tutte le pelli che pestano, tutta la polvere sopra il loro amato Tascam parla solo di quello. È musica da sentire, vogliono che ti arrivi addosso, che ti faccia sudare, che ti torca lo stomaco. Non è necessario che tu scriva un saggio sulla storia del noise lo-fi o che ti metta a raccontare di quella volta che hai visto i No Age in una cantina di Austin e al bar hai incontrato Jay Reatard. È già tutto nel suono, conta solo quello, davvero. Lasciatevi intossicare da queste ciliegie.

[i Jackson Pollock presenteranno Cherry Go dal vivo qui in città questo sabato al Mikasa all'interno dell'Oh Dear Summer Fest: ci si vede a banco!]






Nessun commento: