venerdì 1 aprile 2016

Indiepop jukebox (marzo '16)

 Split 7'' by Gorgeous Bully & Something Anorak
Tornano i Gorgeous Bully di Thomas Crang con un 7'' in split insieme ai Something Anorak in uscita su Art is Hard Records. "The two bands met whilst both living and playing in Cornwall in early 2011 and bonded over a shared love of boisterous lo-fi music". E questo è esattamente quello che avrete da queste quattro tracce (disponibili anche in edizione limitata per il Record Store Day).




Wild Firth
Come una versione shoegaze dei Real Estate, i giovani Wild Firth non possono sbagliare. Melodie distese e assolate, riverberi intorno a quella voce dolente. Giovane quartetto proveniente da Appleton, Wisconsin, hanno appena pubblicato una omonima e deliziosa cassetta su No Problem Records. Questa è la traccia che lo apre:




The Hazy Seas
Si chiamano The Hazy Seas e provengono dal Michigan, anche se mi pare di capire che il frontman Alec Heredia sia originario di Chicago, ed elencano tra i propri riferimenti musicali un po' tutto, dai Modest Mouse a Toro Y Moi, passando per Deerhunter, Cure e Foals. Questi ultimi mi sembrano i più affini, almeno a giudicare da questo brillante e trascinante singolo di debutto intitolato Evergreen.




Come deve essere passare una serata con Avey Tare degli Animal Collective a parlare di musica e del senso della vita? È un po' quello che racconta questa Avey Tare Said, nuovo singolo cosmico del giovane duo psichedelico di Los Angeles Rollercoasterwater. Traccia eterea e impalpabile, ma al tempo stesso calda e sensuale: molto promettente.




Pentacon Six
Il ritornello di questa canzone dice: "I see right through you / Then I capture you... / Captured in a Polaroid". Non poteva non finire su queste pagine. Loro si chiamano Pentacon Six (proprio come la storica macchinetta fotografica), sono un quartetto proveniente da Fort Worth, Texas, e si ispirano a quel jangle pop classico Anni Novanta di Velocity Girl e Heavenly. Capture You è il loro terzo singolo:




The Newsletters
Chiamare un gruppo The Newsletters nel 2016 mi fa già simpatia. Se poi il tuo suono è quell'indiepop venato di folk un po' alla Lucksmiths mi hai del tutto conquistato. Provengono da Canberra e vedono alla voce Conor Hutchison, già nei From The South e nei Cat Cat. Please You è il primo singolo tratto da un album in arrivo su Buttercup Records:




Toy Tambourine
Indiepop dall'Indonesia? Direi lapalissiano! Toy Tambourine, è una one-man band, dietro c'è Mirza Pahlevi Wardhana che a quanto pare è innamorato di quell'indiepop rumoroso figlio di Pastels, Another Sunny Day, Boyracer e 14 Iced Bears. Nuovo singolo in arrivo, l'irresistibile I'm A Sucker For A Hello, su Shiny Happy Records (già distributrice in Asia dei nostri Le Man Avec Les Lunettes)




Bleached - Sour Candy
Nuovo album in uscita proprio oggi per le Bleached. Il garage-pop trio di Los Angeles torna a suonare bello forte con Welcome The Worms, pubblicato da Dead Oceans. Il singolo che lo lancia, Sour Candy, è un discreto rip-off di Teenage Kicks ma si lascia ballare volentieri.




Lost Film - Silver KeysConosciamo Jimmy Hewitt e il guitar pop malinconico e autunnale dal suo precedente progetto Orca Orca. Da qualche tempo ha una nuova band, i Lost Film (da recuperare il recente Temporary EP) e questo è il loro nuovo dolcissimo singolo Silver Keys, registrato al Converse's Rubber Tracks studio di Boston.



IMPULSIVE HEARTS - SORRY IN THE SUMMER
Sono rimasto folgorato da questi Impulsive Hearts, duo di Chicago, e non solo per l'azzeccato titolo del loro favoloso album di debutto, Sorry In The Summer. Dicono di prendere ispirazione da Dum Dum Girls e Best Coast ma mi azzardo a dire che c'è di più. Interessantissime atmosfere e danze scatenate in spiaggia tra surf e melodie epiche, mi aspetto che prima o poi facciano una cover di quell'inno dimenticato che era You Are the Generation That Bought More Shoes and You Get What You Deserve. Garantisce per loro Beautiful Strange!

Nessun commento: