giovedì 28 gennaio 2016

A real thing

LOVE THE UNICORN - A REAL THING

Quando succede una cosa bella esclami sempre “davvero?”. Come se non fosse possibile, come se non te l’aspettassi mai e in fondo non credessi nemmeno di meritartela. Vorrei sentirti dire qualcosa di positivo ogni tanto. Basta pigrizia. Basta con tutta questa distanza che mettiamo tra noi e ogni cosa. Prova a lasciare andare un “bene così!” al posto di qualche “davvero?”: almeno sembrerà più allegro. Perché a pensarci bene è proprio come dici tu: questa è una cosa vera, è successa qui e ora, e ci siamo in mezzo noi.
Metti su questo disco: si intitola A Real Thing, e non è un caso. Lo hanno fatto i Love The Unicorn, una band indiepop di Roma, sono bravi e hanno proprio quel suono super positivo che ti farebbe bene ascoltare con un po’ più di attenzione. Dentro ci trovi un sacco di ispirazioni differenti: dal timbro languido di certe chitarre inglesi Anni Ottanta di casa Cherry Red (Felt, Monochrome Set…), alla scrittura classica ed essenziale di nomi più contemporanei come i Girls. È un pop colorato e pieno di riverberi dolci. Queste canzoni (registrate insieme ad Alessandro Paderno dei Le Man Avec Les Lunettes) vogliono sembrare semplici, fatte apposta per farti compagnia ed essere lì quando finalmente dirai “bene così!”.
E ogni canzone ha la sua storia (su Rockit oltre allo streaming integrale trovi anche un'intervista). Mentre Sports, l’EP precedente, raccontava da vicino la vita di tutti i giorni, con le sue abitudini e le sue coincidenze, A Real Thing prende una piega meno personale, più astratta e libera, ma non meno sincera. In queste dieci tracce i Love The Unicorn e la loro voglia di divertirsi lasciano che sia soltanto il suono a guidare parole e pensieri, a fare da vero filo conduttore a tutto il disco. Bene così!



Love The Unicorn - Weekend


Love The Unicorn - Melted

Nessun commento: