lunedì 13 luglio 2015

"This is the death of an indiepop fan"

Let's Wrestle farewell gig @ 100 Club - London
«In pratica è successo che a un certo punto nel 2009 mi sono disintossicato dalla musica nuova e da allora ascolto solo i Cheap Trick direttamente per endovenosa.
Però mi ricordo ancora tutto.
Quando i Let's Wrestle - nome ubiquo a Londra nel 2007, da nessun'altra parte credo - hanno annunciato la data di addio, dovevo esserci. È un po' come quando chiudono quel negozio che non frequentavi da una vita ma a cui in origine andavi spessissimo.
E siccome Enzo giustamente è salito apposta, a me è scattata la sindrome da riunione di classe, e gli ho chiesto le cose più assurde: "Ma girano ancora i The School? E le Those Dancing Days? E i Radio Dept? Pete And The Pirates? Soko? I Black Kids? Los Campesinos? Ma ti ricordi che avevo visto i Foals e Florence & The Machine suonare in un pub? E i War On Drugs davanti a sette persone in un negozio di dischi? E come stanno i Crystal Castles? Esiste ancora Ladyhawke? Me li ricordo solo io gli Screaming Tea Party?"
Il concerto è stato epico e Wes Patrick Gonzalez, voce/chitarra/mente della band, non si è fatto mancare nulla: pogo scomodo*, invasioni di palco, risse e minacce.
Credevo fosse uno di quelli che avrebbe suonato tutta la vita, e invece il più scazzato e desideroso di finirla alla svelta sembrava lui.
E non dimenticherò mai la faccia del tizio della security, un cinquantenne di colore, che lo guarda durante uno dei suoi assoli elementari e approssimativi e scuote la testa pensando a cosa riesce ancora a passare per musica e fare un sold out al leggendario 100 Club pieno di gente impazzita.
Mi son divertito.»

Matteo "Valido" Zuffolini

* "scomodo" è un gradino inferiore a "selvaggio"

(mp3) Let's Wrestle - I Won't Lie To You

Nessun commento: