venerdì 19 dicembre 2014

La Classifica dei Dischi dell'Anno 2014!


L'altra sera, prima di andare in radio, mi sono appuntato al volo sull'ultima pagina dell'agenda la classifica dei miei dischi del 2014. Ci ho messo meno di un quarto d'ora, compreso un veloce ripasso all'archivio del podcast. Ci sono annate in cui la musica che più ti ha fatto compagnia è ancora tutta lì con te, e quindi onorare una vecchia tradizione, come l'innocuo gioco da nerd anziani della Top Ten di fine anno, diventa facile facile, magari un po' sentimentale ma tutto sommato ancora divertente.
Qui trovate la puntata con la classifica andata in onda lunedì sera (una corsa contro il tempo!). Come scrivo ogni volta, non ho la pretesa di ritenere questi "i migliori dischi dell'anno": per quelli ci sono riviste specializzate e webzine più serie. Qui sotto trovate soltanto i dieci dischi che nel diario 2014 di "polaroid - un blog alla radio" si sono conquistati una pagina speciale. Spero che vi piacciano.



10) Bad Family - Bad Family
Tra influenze inglesi Anni Ottanta e un tocco più ruvido e quasi slacker, il debutto del quartetto di Melbourne riassume molte delle cose che mi hanno fatto innamorare della musica down-under negli ultimi anni. [...]

(mp3) Off To Bed



9) The Pains Of Being Pure At Heart - Days Of Abandon
Il disco in cui i Pains disarmano i loro classici feedback non è piaciuto a molti dei loro storici fan. Invece, dopo averli visti dal vivo, io mi sono convinto che la nuova direzione è quella giusta. [...]

(mp3) Beautiful You



8) Rat Columns - Leaf
Tra reminiscenze di Yo La Tengo e spigoli più new-wave e nervosi, un disco che sembra fatto apposta per cedere il passo al tempo e all'abitudine, e che invece racchiude una bellezza abbandonata che merita di essere raccolta. [...]

(mp3) Walking Back



7) Mac DeMarco - Salad Days
La voce sorniona, amica e rassicurante di Mac DeMarco in fondo a notti solitarie, quella sua chitarra suadente e scintillante, i ritmi incespicanti da fine sbronza e perenne sorriso assonnato (ma con il lampo sempre pronto a scatenarsi negli occhi) sono piaceri ancora molto preziosi. [...]

(mp3) Blue Boy



6) Tomorrows Tulips - When
Anche in questo caso, un gran bel disco che è cresciuto ancora di più dopo aver visto la formazione californiana in azione sopra un palco.Questi surfisti prestati al rock'n'roll sanno suonare dannatamente sensuali e "viziosi", secondo la lezione dei Velvet Underground. [...]

(mp3) When



5) Flowers - Do What You Want To, It's What You Should Do

Bisognerebbe ascoltare soltanto musica che ci fa saltare per aria, stringere i pugni e prendere a calci i giorni là fuori. Anche se non servirà, anche se quattro accordi non potranno mai davvero risolvere tutto quello che non è. [...]

(mp3) Lonely



4) Ought - More Than Any Other Day
Un disco super cerebrale che è riescito a coivolgermi in primo luogo a livello di nervi e muscoli, con una irrequietezza a dir poco entusiasmante. E avere visto di cosa sono capaci dal vivo me li ha fatti amare ancora di più. [...]

(mp3) Habit




3) Alvvays - Alvvays
L’estate banale, l’estate indimenticabile, l’estate delle mie e delle tue vacanze. La stagione del perdersi, dell’allungarsi pigri sul calendario, la sabbia calda contro la schiena, del parlare di surf rock senza aver mai saputo distinguere una tavola da un tavolino da salotto. La stagione dei mille nastroni per tutti i viaggi che dovevamo fare, e poi ascoltiamo sempre lo stesso disco. Quest’anno qui è toccato agli Alvvays. [...]

(mp3) Atop A Cake




2) QUARTERBACKS - Sportscenter / Quarterboy

Dean Engle quest'anno ha pubblicato due cassette a nome QUARTERBACKS che sono in qualche modo complementari: Sportscenter più irruenta e punk (anzi, "twee punx"), e Quarterboy, in cui diverse canzoni della prima vengono rilette in maniera acustica. Il risultato è superiore alla somma delle parti, e grida AMORE e ADOLESCENZA nella maniera più luminosa, autentica e commovente che si possa immaginare. [...]

(mp3) Weekend
(mp3) Center



1) Comet Gain - Paperback Ghosts

Il disco in cui la storica band londinese è riuscita a mettere meglio a fuoco quel miscuglio rabbioso e sentimentale di Northern Soul, Television Personalities, Velvet Underground, Style Council, riottose fanzine dimenticate, proteste proletarie, cataloghi Mod, l'impossibile rivincita dai margini, eleganti eroi della nouvelle vague in bianco e nero, e chissà che altro che non capisco. Dopo tutti questi anni conosciamo bene, eppure tutto questo non smette mai di farmi venire i brividi, e mi scaraventa via con la sua fiera energia. [...]

(mp3) 'Sad Love' And Other Stories

- I miei concerti dell'anno:
5) Comet Gain @ Sala Becool, Barcellona 11 Ottobre
4) POW! @ Handmade Festival, Guastalla (RE) 2 Giugno
3) Of Montreal @ Bronson, Ravenna 2 Febbraio
2) Ought @ Covo Club, Bologna 8 Novembre
1) The Growlers @ Zuni, Ferrara 6 Giugno + Mattatoio Club, Carpi (MO) 1 Novembre

- Bonus track: un anno di live unplugged in studio a "polaroid alla radio"!

Nessun commento: