mercoledì 13 marzo 2013

First Love, Last Rites

First Love, Last Rites - 'Young Girl'

Non so dove sono stato tutto questo tempo ma scoprire oggi, soltanto grazie alla ristampa UK su Heist Or Hit del loro ultimo singolo, che gli svedesi First Love, Last Rites sono in giro dal 2010 mi ha fatto cadere le baccia. Eppure hanno tutto quello che serve per diventare dei beniamini di polaroid. Per prima cosa sono svedesi, provengono da Umeå, hanno un nome intrigante che può depistare (preso da un libro di Ian McEwan), e poi hanno pubblicato su Nomethod Records (casa di Mixtapes & Cellmates, De Montevert e altri). E soprattutto hanno quelle chitarre con uno strappo in fondo al cuore, e quelle melodie immerse nella luce cristallina del Nord che racchiudono malinconia e distanza al tempo stesso, e io davvero non riesco a smettere di ascoltare questa Young Girl: "I know i't stupid", come cantano loro, ma quasi credo di conoscerla.

(mp3) First Love, Last Rites - Young Girl

1 commento:

krautrock ha detto...

Molto carina, a un primo ascolto mi erano venuti in mente gli Yuck; il resto dell'album è ottimo, ieri sotto la doccia canticchiavo Let me in.
Tra i gruppi di Nomethod citerei gli Aerial, i loro ultimi due lavori tra post (tanto) e un tocco di shoegaze continuo a divorarli con piacere

Buona giornata, Enzo; stasera in onda puntuale?