giovedì 6 dicembre 2012

Aspettando Jens Lekman (stasera!)

Jens Lekman - Emmaboda 2004

Dopo tutti questi anni di concerti di Jens Lekman, dischi e viaggi, parole spese, mandate a memoria e dimenticate, se devo racchiudere tutto in una sola immagine, per me resta ancora la fotografia qui sopra.
È una Lomo scattata da Lucio Pellacani al Festival di Emmaboda del 2004. Una magica "sweet summer's night on Hammer Hill". Sì, lo so, Lekman non si vede e non c'è nemmeno il palco. Ma una musica che illumina e un amore per la musica che ti rapisce e ti solleva io la vedo benissimo. La musica brilla e riempie l'aria. Quei giovani volti di profilo, la cornice del bosco all'imbrunire e quelle scintille al centro per me sono la cosa che si avvicina di più a rappresentare quello che succede nel mio cuore quando ascolto Lekman.
Bisognerebbe forse citare i classici Black Cab o Maple Leaves, o tutte le volte che abbiamo ballato You Are The Light buttandoci le braccia al collo, e bisognerebbe menzionare la più sofisticata Sipping On The Sweet Nectar oppure la straziante Your Arms Around Me, le prime che mi vegono in mente, ma alla fine è tutto lì, in quella luce e nella domanda: "can you hear the beat of my heart?", con le voci e gli applausi e le risate che si sovrappongono e si confondondo alla fine, e restano.

Questa sera al Bronson di Ravenna torna Jens Lekman in concerto. In apertura suona Bry Webb e intorno metto due dischi pure io. Ci si vede a banco.

(mp3) Jens Lekman – A Sweet Summer’s Night On Hammer Hill


Nessun commento: