giovedì 12 aprile 2012

Collegiate metal freak

Sat. Nite Duets
Tiratela fuori voi la Retromania, la nostalgia, la noia del tutto già visto e risaputo. Se una band di giovani scardinati di Milwaukee mi fa un disco che sembra l'incrocio tra Crooked Rain Crooked Rain e il Blue Album, con un tocco sudista alla Silver Jews, beh io non mi tiro certo indietro: quello è il nostro indie rock e sono già lì sotto a sudare la maglietta braccia al cielo.
Loro si chiamano Sat. Nite Duets, un nome che a quanto pare non significa nulla ma che hanno scelto perché è l'anagramma di United States. Bravi ragazzi, così attaccati alla bandiera. Lo vedi anche da come su tutte quelle copertine di precedenti singoli ed ep sono finiti nudi a ridere fradici di birra.
Si respira in effetti una grande aria di festa dentro il loro LP di debutto Summer Of Punishment: sarà che sono tutti amici dai tempi della high-school, dove sono nati fondendo due band, sarà che non c'è un vero e proprio frontman, e le voci nelle canzoni si alternano con disinvoltura. Ma il risultato è a dir poco coinvolgente, con punte di divertimento assolute come Of Age, tutta incespicante, oppure Off The Chain, che butta nel calderone anche una linea tromba a tentare di tenere in qualche modo salda la melodia.
L'equivoco sta nel confondere un suono sporco e slacker con un'analoga attitudine trascurata, cosa che i Sat. Nite Duets non mostrano mai di avere, misurando con grande naturalezza il livello del rumore, le derive psichedeliche e il cazzeggio puro. Come hanno dichiarato loro stessi "It’s kind of anything goes, as long as it’s catchy", e davvero non so trovare formula migliore per questa musica. Sì, è il nostro indie rock e io sono ancora lì sotto a sudare la maglietta braccia al cielo.
Summer Of Punishment viene pubblicato su Bandcamp secondo la formula del "pay as you want" (e quindi anche zero) oppure se preferite (e secondo me dovreste preferire) esce in vinile per Unhinabitable Mansions, la stessa etichetta dei Radical Dads (side project di Robbie Guertin dei Clap Your Hands Say Yeah).
Grazie a Fabio Merighi per uno dei migliori consigli musicali della stagione.

(mp3) Sat. Nite Duets - Of Age

1 commento:

Anonimo ha detto...

S.T.R.E.P.I.T.O.S.I.