giovedì 14 aprile 2011

Sacred Spirits


Sacred Spirits, da Cincinnati, Ohio. Un indie rock essenziale che mi riporta ai Novanta più per lo spirito (appunto) che per la forma, in una maniera diversa da quella di altre band contemporanee. Saranno le tessiture ampie di chitarre, le melodie che si distendono pigre, quasi svogliate, o la sfumatura beffarda che a volte sembra di avvertire nel tono di Josh Kufeldt, già nei Pomegranates. Some Stay è il loro bell'album di debutto ed è in free download su Recording Label. Ci trovate dentro i muri di feedback ma anche gli angoli psichedelici che si avvolgono su sé stessi (mi vengono in mente ora gli Women), qualche ballata d'atmosfera che forse potrebbe piacere al nostro His Clancyness e non manca anche qualche pezzo tirato alla Soft Pack, da ballare con la camicia di flanella.

(mp3): Sacred Spirits - Open Window

Nessun commento: