domenica 30 maggio 2010

Ciao Matta

Mattatoio Culture Club - closing party
Stasera chiude uno dei locali che da queste parti era ormai un punto fisso sulla mappa e sul calendario. Da quella inaugurazione con Ex-Otago e Calorifer Is Very Hot, nel giugno di tre anni fa, sino ad oggi, delle 245 band tra italiane e straniere che hanno suonato sul palco del Mattatoio Club di Carpi ne ho viste davvero un bel po'. E in più ho avuto anche la fortuna e il piacere di mettere dischi diverse volte per quella piccola ma infuocata pista. Serate spesso memorabili, se solo ricordassi come andavano a finire. Oggi, a partire dalle cinque, ci si saluta un'ultima volta con un brindisi e come sempre con parecchia musica (anche se scommetto che i ragazzi dello Juta Cafè ci riserveranno presto qualche altra sorpresa). Ci si vede a banco.

UPDATE: "Non è la fine del mondo, ma insomma" di Leonardo.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

ma ma definitivamente? noooooo!
stiamo andando davvero tutti affanculo!
d.

Anais ha detto...

grazie enzo.
anche per essere venuto ieri!!

a. ha detto...

qua a milano non abbiamo capito: perchè chiude? tra l'altro senza esserci mai stato, peccato

Anais ha detto...

ah, andrea!
che non ci sei mai venuto...

in soldoni.
il contratto coi proprietari è scaduto, e si è deciso per non rinnovarlo, causa grossi impedimenti con l'ordine pubblico (attuali e futuri), ed un paio di altri motivi interni. diciamo che per come siamo messi ora in centro a carpi, proseguire con un locale del genere che proponesse un'offerta culturale varia tra concerti e serate sarebbe stato particolarmente difficile...

se verrete a carpi, il mattatoio lo troverete comunque, ma con una gestione differente, ancora non ben definita.

20nd ha detto...

L'atmosfera che sapeva evocare il Mattatoio solo avvicinandosi all'ingresso non sono mai riuscita ad avvertirla in nessun altro locale. Era veramente un posto speciale, unico, grazie ad un'alchimia che il posto, le band, la città, i gentilissimi proprietari, gli amici sono riusciti a creare. Spero di rivedervi presto alle prese con una nuova magia. Nel frattempo spero di chiudere gli occhi ed evocare almeno in sogno momenti come questo, in grado di di scaldare il cuore anche nel più freddo degli inverni.

http://www.youtube.com/watch?v=0C5dTpcyaJk