sabato 27 marzo 2010

Ah oh the aficionados!

È uscito ieri il secondo e omonimo album dei Trabant. Il loro esordio Music 4 Losers ci aveva fatto un bel po' compagnia un paio d'anni fa, anche se è soprattutto in concerto che mi hanno sempre divertito alla grande. Qusto nuovo lavoro sembra indicare aperture a direzioni nuove per la band triestina, meno punk funk in senso tretto e più funky (vedi per esempio l'apertura di Sofa oppure una Sick & Tired che va verso un'idea quasi RHCP). La ricerca delle melodie vive spalla a spalla con quella del ritmo e di strutture più complesse, come in Hostile Commando DIY oppure Less Is Less. Ai primi ascolti questo nuovo album mi ha dato quindi l'impressione di essere meno diretto, di avere l'intenzione di espandere il suono dei Trabant, a discapito forse dell'immediatezza e del "party" che sapevano scatenare. Credo però sarà la prova del palco a dare l'ultima parola, dimensione che credo sia ideale per i Trabant e per queste canzoni. Intanto il disco è in streaming su Rockit e disponibile su Moscow.

>>>(mp3): Trabant - Ah Oh the Aficionados

2 commenti:

evaristo ha detto...

Occhio Enzo, il link a bandcamp (per quanto sia effettivamente bella l'interfaccia) funziona solo per alcuni: per ascoltare il disco in streaming toccherà andare sull'anteprima di rockit: http://www.rockit.it/album/12972/trabant-trabant

Davide ha detto...

Dal 31/3/10 lo streaming su bandcamp è funzionante e aperto a tutti. buon ascolto!

http://trabantband.bandcamp.com/