lunedì 2 novembre 2009

Tutti i piaceri del mondo


Su Big Stereo scopro che esiste un inaspettato remix dei Crayon Fields, band indiepop che quest'anno ha pubblicato il suo secondo album, All the Pleasures of the World (trovate qui una recensione su Vitaminic).
Questo Dan Block non so bene chi sia, e non ho recuperato molte info nemmeno a un primo giro su Google, però senza esagerare è riuscito a dare un certo timbro molleggiato (un po' alla Whitest Boy Alive) al suono a volte fin troppo morbido del quartetto neozelandese.
Ma forse, è per via di quel che dichiara, con grande sincerità, il frontman Geoffrey O'Connor:
We write these songs about people we're quite fond of, in order to attract someone else. It's quite a bizarre way to live. One good thing about writing love songs is that they give the impression that you're way more romantically successful than you are.

>>>(mp3): All the Pleasures of the World (Dan Block remix)
>>>(mp3): All the Pleasures of the World (radio edit)

2 commenti:

el señor dionigi ha detto...

Questi Crayon Fields sono il gruppo più fico che ho trovato sul tuo blog da quando lo seguo (neanche un mese, ma vissuto intensamente). Prima mi sono comprato il disco e non ti nego un po' di curiosità perchè mai mi avevano spedito un disco da così lontano, mi domando se arriverà o se si perderà per strada..

e. ha detto...

Grazie, mi fa piacere. Io li sottovaluto sempre un po' perché quella voce alla lunga non mi piace troppo, però hai ragione, sono davvero un bel gruppo.
In bocca al lupo per la spedizione del disco! ;-)
ciao,
e.