martedì 20 novembre 2007

"The thing is, I like capitalism"

Non possiedo le competenze politiche e musicali di uno Jukka Reverberi per commentare come si deve l'articolo scritto da Kevin Barnes degli Of Montreal su Stereogum a proposito del vendere la propria musica agli spot commerciali. Ma ho trovato comunque molto interessante la lettura del pezzo.
Per prima cosa mi è sembrato divertente il titolo: quel "Selling Out Isn't Possible" ha una sfumatura di ottimismo e suona al tempo stesso da "fine dei tempi" in maniera davvero azzeccata. Qualcosa del tipo "abbiamo sconfitto il cancro, curato l'AIDS, risolto il problema del petrolio e non è più possibile sputtanarsi con l'indie rock! Yeah!".
Poi c'è questa frase:
«In capitalism, you don't get what you think you deserve though. You get what someone else thinks you deserve. So the trick is to make them think you are worth what you feel you deserve. You deserve a lot, but you'll only get it when you figure out how to manipulate the system.»
Kevin Barnes da sotto il mascherone ha capito qualcosa, e non si preoccupa di passare per cinico. Ha capito che il problema del "backlash", o quello dell'integrità totale a ogni costo, sono falsi problemi (almeno nella grande maggioranza dei casi), impostati da chi non riesce a stare al gioco. Il problema, e lo dice chiaro e tondo, è come un musicista campa oggi e come continuerà a campare domani.
«Selling out, in an artistic sense, is to change one's creative output to fit in with the commercial world. To create phony and insincere art in the hopes of becoming commercially successful. I've never done this and I can't imagine I ever will. I spent seven years not even existing at all in the mainstream world. Now I am being supported and endorsed by it. I know this won't last forever. No one's going to want to use one of my songs in a commercial five years from now, so I've got to take the money while I can.»
Mi pare che tutto ciò sia piuttosto realistico. E il grado di disillusione più o meno amara è bilanciato dal fatto che per Barnes la "sincerità" dell'arte continua a esistere e non ne è sfiorata.

>>>(mp3) DJ STV SLV - Hurricane Chris VS Of Montreal - Hurricane Like A Promethean Chris (grazie a The Hood Internet)


(La discussione sul fatto che "our generation is insanely lazy" alla prossima puntata...)

2 commenti:

a. ha detto...

perfetto. ora che abbiamo risolto la questione morale non rimane che convincere la vodafone ad utilizzare un pezzo degli amari. chi se ne occupa?

ebi ha detto...

Solo se prima si conciano come gli Of Montreal.