mercoledì 19 luglio 2006

Polaroids From The Web
Letture in pausa pranzo

- "Se le mie ossa si scambiassero di posto, sarei sempre io?": la fine dei Gorky's Zygotic Mynci secondo A.G.

- "Il Popaganda Festival è uno degli appuntamenti cruciali dell'anno, insieme a Emmaboda, per testare lo stato di salute della scena indipendente svedese": ce lo racconta Marco, su Indiepop.it, nella sua rubrica Stockholm Syndrome.

- Grosse novità in casa Mersenne: la band bolognese ha firmato per l'etichetta Urtovox e l'album d'esordio (registrato insieme a Giacomo Fiorenza) uscirà il prossimo ottobre: complimenti régaz!

- Valido moves to London e ha bisogno di supporto, fatevi sotto.

- "Mi chiedo segretamente se a Ibiza le zone chillout hanno i pupazzi di neve e gli slittini al posto delle palme finte e dei giochi da spiaggia": la serata di sabato scorso a Elettrowave nelle parole di Maxcar.

- Secondo USA Today, le donne professioniste nella musica sono in declino.

- "Urla 'Mamma Roma' ed attacca Panic. Così, subito, senza neanche avvertire": Colas è andato a vedere il concerto di Morrissey.

- "Louder than bombs": la musica nei Paesi di guerra ascoltata dall'inviato dell'Observer.

- Sono cominciate le riprese di Closer, il film sulla vita di Ian Curtis tratto dal libro Così vicino, così lontano, scritto dalla stessa vedova Curtis.

- "That's our goal, to hopefully jump up and become an established band, so that we don't have to have day jobs anymore": una schietta risposta di Yuki della band newyorkese Asobi Seksu, a proposito del loro ultimo meraviglioso album Citrus.

Nessun commento: