mercoledì 31 marzo 2004

Dov'è la musica

30 persone sono state denunciate dalla Guardia di Finanza nell'ambito delle operazioni internazionali per contrastare la diffusione del file sharing. Tra questi, non solo gestori di server su cui si appoggiano le reti P2P, ma anche comuni utenti che condividevano file musicali in grande quantità.

Intanto la EMI licenzierà 1500 dipendenti, la maggior parte dei quali provenienti dagli stabilimenti di produzione dei cd, ma non solo: è nei piani ridurre del 20% anche il roster degli artisti. I primi a farne le spese saranno ovviamente "quelli di nicchia".

Diamo anche qui la colpa a chi scarica mp3? A ben vedere le previsioni dicono che la EMI quest'anno guadagnerà 300 milioni di sterline.
E il boss di EMI Alain Levy ha uno stipendio che si aggira tra i 12 e i 20 milioni di sterline l'anno.

Intanto, ad Harvard sono del parere che "downloads have an effect on sales which is statistically indistinguishable from zero, despite rather precise estimates. Moreover, these estimates are of moderate economic significance and are inconsistent with claims that file sharing is the primary reason for the recent decline in music sales"...

Nessun commento: