giovedì 9 luglio 2015

I used to want to be with you all the time

Eternal Summers - Gold and Stone

Arrivati al traguardo del quarto album in cinque anni, gli Eternal Summers avrebbero potuto anche mostrare qualche segno di stanchezza. Invece, con questo nuovo Gold And Stone (pubblicato da Kanine), la band della Virginia riesce a spingersi ancora in avanti, migliorando e affinando un suono già ricco e brillante. Dalle forme più ruvide e post-punk degli esordi, l'approccio si è fatto via via più pop, tanto che alcune canzoni di questo Gold And Stone potrebbero quasi sembrare hit dimenticate di certo alternative Anni Novanta (The Roses, o la title track, oppure il fenomenale singolo Together Or Alone, con un ritornello gridato che ricorda quasi i Pretty Girls Make Graves). Il modo in cui le canzoni degli Eternal Summers riescono a spingere aggressive e, un attimo dopo, a dissolversi delicate, ora seduce come non mai, e la stessa band indica nei primi dischi degli Smashing Pumpkins un'influenza decisiva. Elemento centrale resta la voce di Nicole Yun, ora celestiale e sognante, ora bellicosa, ma sempre precisa ed efficace. Una sorprendente eccezione è rappresentata da Ebb Tide, che vede al microfono il batterista Daniel Cundiff, con un bel risultato Yo La Tengo / Real Estate. Data una tale esuberanza, non è certo il momento di fare bilanci, ma una cosa appare ormai assodata: la caratteristica più vistosa degli Eternal Summers a questo punto è l'abbondanza di magnifiche canzoni che riescono a stipare dentro ogni disco.



Eternal Summers - Gold and Stone


Eternal Summers - Together or Alone

Nessun commento: