giovedì 24 luglio 2014

I make boys cry

Adult Mom - Sometimes Bad Happens

Incantevole fanciulla di vent'anni che canti "I think I'm old enough" in una canzone che parla di "growing up and feeling weird" e che si chiude descrivendo il disagio che provi "when your parents start actin' like your pals": fino a che punto vuoi farmi innamorare? Vacci piano, per favore. Ti chiami Stephanie Knipe e ti sei scelta un nome d'arte come Adult Mom che su Google spalanca abissi di pornografia. Bella mossa. Ma la prima volta che sei apparsa su questo blog, un paio di mesi fa, ci hai davvero abbracciato molto materna, ed è stato semplicemente bello. Suoni un indiepop scarno ma al tempo stesso dolcissimo (ok, facciamo subito il nome di Frankie Cosmos e andiamo oltre). Dopo le immancabili opere voce-e-chitarra-in-cameretta (I Fell In Love By Accident era un magnifico motto) hai appena realizzato il tuo primo "album con la band al completo": si intitola Sometimes Bad Happens, è in free download su Bandcamp oppure in cassetta su Miscreant Records, e racchiude sei canzoni in nemmeno dieci minuti. No, sul serio, vacci piano, per favore. Già so che con le questioni di cuore hai i tuoi problemi: tu e la tua amica Meg parlate un sacco di quanto sia andata male con i ragazzi negli ultimi tempi (Route 59), hai fatto piangere tutti i tuoi fidanzati e loro hanno fatto piangere te (I Make Boys Cry) e pensi ancora al tuo ex quando finisci a letto con qualcun altro (Ode To One Night Stand). Lo so, lo so: ci siamo passati tutti, è una faticaccia, e credo tu lo abbia raccontato alla perfezione in un piccolo adorabile verso come "it's shit that your love for me scared you so much". E poi non ne hai fatto un dramma. Ci vediamo al caffè, porta la chitarra, ti ascolterò volentieri ancora e ancora. Ma vacci piano, per favore.



Adult Mom - I think I'm old enough

Nessun commento: