venerdì 9 maggio 2014

"C'è posto per uno soltanto. E quello non sei tu."

Musica Sigillata - rassegna di concerti al Caffè Rubik di Bologna

Questa sera al Caffè Rubik in Via Marsala a Bologna riparte Musica Sigillata, una "rassegna anticommerciale e controproducente di musicisti sigillati dentro". Dentro, è bene ricordarlo, "c'è posto per uno soltanto. E quello non sei tu". Il Rubik può dare l'impressione di essere un posto abbastanza piccolo. Quando i gruppi suonano la gente resta fuori, sotto i portici, lungo il marciapiede, tra le macchine parcheggiate male e gli autobus che non riescono a passare.
Negli ultimi due anni, Musica Sigillata è riuscita a far suonare parecchie delle migliori band indipendenti italiane: Havah, Cosmetic, Chewingum, Raina, Sin/Cos, Wolther Goes Stranger, Karibean, Three Lakes, Lovecats, Clever Square, What Contemporary Means, Majirelle, tanto per citarne alcune. In versione acustica o semplicemente "compatta", tutti questi musicisti hanno suonato quasi sempre solo per un minimo rimborso spese, e la rassegna ha continuato a essere *gratuita*. Da quest'anno i ragazzi del Rubik stanno provando a crescere un po', con l'obiettivo di migliorare l'impianto del locale, il supporto alle band e (magari!) realizzare anche una compilation in cassetta con un po' dei live "sigillati", che sono sempre diversi da come le band suonano normalmente. Per fare tutto questo hanno lanciato un Musicraiser, e sarebbe davvero bello se in questo mese che manca alla scadenza riusciste a contribuire (anche solo con un aperitivo sponsorizzato!) e poi a passare in Via Marsala a vedere cosa succede.
Io stasera sono lì: prima non l'ho scritto ma verso le sette suonano i Le Man Avec Les Lunettes, presentano il loro ultimo monumentale capolavoro Make It Happen, e quando hanno finito se ci siamo ripresi metto anche un po' di musica io, tutto stretto dentro il Rubik ma troverò comunque lo spazio per saltare, brindare e ballare. Segue qui sotto lo spiegone motivazionale in formato video.
Ci si vede a banco!

Nessun commento: