martedì 28 agosto 2012

Polaroids From the Web

"If Murphy’s Law had a theme song" edition

Jens Lekman / Instagram

- A quelli di Paste Magazine piace vincere facile, ma l'articoletto "The 21 Most Irresistible Jens Lekman Lyrics" è proprio carino. Quasi quanto l'unica puccissima foto che Lekman ha finora messo sul suo account Instagram.
Intanto, se non avete ancora sentito il suo nuovo album, su The Quietus c'è l'intero I Know What Love Isn't in streaming!

- Invece su Hype Machine è in streaming integrale Long Slow Dance, quarto album della band di San Francisco Fresh & Onlys.

- Se siete stati almeno una volta a New York, è molto probabile che siate passati in pellegrinaggio da Other Music. Ora lo storico negozio di dischi è diventato anche un'etichetta indipendente (in collaborazione con la Fat Possum), e Josh Maddell ne parla al Village Voice.

- E a proposito di etichette, su Emusic, una bella retrospettiva dedicata alla UP Records (Built To Spill, Quasi, Modest Mouse, Land Of The Loops...)

- Un estratto dal prologo di The Last Bohemia: Scenes from the Life of Williamsburg, Brooklyn, romanzo di Robert Anasi di cui non so nulla, ma che da queste poche righe sembra voler aggiornare Glamorama all'epoca hipster (ma apparentemente senza gli spargimenti di sangue che forse qualcuno auspica).

- Self-explanatory headline of the day: "A Brief History of the Blowjob in Pop Music" (ma non fa così ridere).

- "I think for us, the thing that’s interesting about politics when we’re writing songs is to try to relate them to personal politics. And that’s kind of been always something that we’ve dealt with as a band, this idea that the way you treat the person lying next to you in bed is relatable to the way that you see the world and the way you behave out in the broader world": Torquil Campbell degli Stars intervistato da Consequence of Sounds, a proposito del nuovo album della band canadese The North:




Nessun commento: