venerdì 19 agosto 2011

Hazel


Fino a quando non li ho visti in concerto devo ammettere che non avevo capito molto il senso dell'uscita dei Weekend per Slumberland. Il debutto Sports mi sembrava ammassare rumore su rumore quasi senza direzione. Quanto mi sbagliavo. Dal vivo il trio di San Francisco appuntiva il proprio post-punk in maniera formidabile e la prima parola che ti veniva in mente era "Manchester". Una compattezza sonica potente, con qualche improvviso contorcimento psichedelico. Davvero notevole.
Ora, dopo essere stati in tour diversi mesi di qua e di là dall'oceano, accompagnando tra gli altri Wire e Pains Of Being Pure At Heart, stanno per pubblicare Red, un nuovo EP di cinque tracce registrato con il produttore Monte Vallier, già utilizzato per l'album.
Stavolta però i Weekend hanno deciso di fare una specie di passo indietro: "the goal for the EP was to remove some of the haze from the first LP and be up front about all the fucked up things that were happening musically and lyrically".
Se questa anteprima Hazel è una buona indicazione, direi che la strada presa dai Weekend è quella giusta.

(mp3): Weekend - Hazel

Nessun commento: