martedì 2 marzo 2010

Comprarsi una band conviene?

Qualche giorno fa La Donna di Prestigio mi segnalava che Sellaband, il sito che permetteva ai fan di finanziare la produzione discografica delle loro band preferite, era fallito. Tra gli altri, erano rimasti a piedi anche i Public Enemy, che avevano visto molti dei loro investitori ritirarsi.
Mi stavo domandando se forse questo tipo di progetti può funzionare bene soltanto per progetti piccoli e "vicini", e l'utopia di far sposare il DIY e l'industria discografica fosse dunque destinato a fallire, quando è arrivata la notizia che è entrato un nuovo investitore e pare aver sistemato le cose almeno dal punto di vista finanziario.
Uno dei principali problemi di Sellaband era che, nonostante fosse un tipico prodotto 2.0, "aimed to make albums the major label way", andando nettamente in perdita. Ora si attende che il nuovo management annunci nuove strategie.

Nessun commento: