mercoledì 14 gennaio 2009

L'anno che verrà (scaricato)

Analoga alla tradizione delle classifiche di fine anno, nelle settimane successive si diffondono le liste di band su cui scommettere per i prossimi dodici mesi.
Difficile prevedere quali ci azzeccheranno, però tra le tante, alcune mi sembrano interessanti a prescindere dai successi futuri.
Tralasciando "i 20 dischi che non vediamo l'ora di ascoltare" di Stereogum (un po' prevedibili), e il "Sound Of 2009" della BBC (su cui svetta Little Boots, andiamo bene...), alcuni suggerimenti più originali iniziano ad arrivare dalla webzine God Is In The TV (My Teenage Stride, finalmente!), che nei prossimi giorni continuerà l'indagine a puntate.
Non ho ancora avuto tempo di ascoltare il podcast con le previsioni dei giornalisti del Guardian Alexis Petridis, Paul MacInnes, Rosie Swash e Tim Jonze, ma sempre sullo stesso quotidiano si può scoprire che la musica pop quest'anno sarà un affare da donne (tipo Florence and the Machine e Larkin Grimm, mah). Altrove, c'è anche Alan McGee, che lancia le sue "tips for 2009" (con il nostro Dent May e le Ipso Facto, fra gli altri).
Dazed, nella sua speciale serie "Teenage Takeover", dà la parola al giovane Nicholas Burman per alcune segnalazioni di band "Coming Up" (abbastanza discutibili e probabilmente poco promettenti, ma di certo non banali).
Meglio forse affidarsi al sempre ferratissimo Sweeping The Nation, che anche quest'anno regala la playlist in download "Class Of '09".

>>>(mp3): My Teenage Stride - Terror Bends
>>>(mp3): Little Boots - Stuck on Repeat
>>>(mp3): Florence and The Machine - Kiss With A Fist
>>>(mp3): Cheeky Cheeky And The Nosebleeds - Slow Kids (The Shoes Remix)

1 commento:

FedE ha detto...

sempre mezz'ora avanti mate!