mercoledì 27 agosto 2008

Polaroids From the Web
Updatephobia!

- Tette e culi (ma l'indie predilige timidamente occhi e mani): ecco il censimento delle parti del corpo secondo i generi musicali curato da Fleshmap.

- Coolfer analizza (e apprezza) le nuove strategie di promozione della EMI per l'ultimo album di Brian Wilson: "the promotion does show the kind of creativity that is sorely needed at major labels".

- In UK fanno anche di più: chiedono ai fan di investire su una band come fossero azioni (per esempio, quelle di Primal Scream e Kaiser Chiefs). Del resto si chiede anche agli ultras di comprare le azioni della propria squadra, no?

- Wired suggerisce "5 Ways to Survive After Muxtape".

- Questa me l'ero persa. Mentre eravamo in vacanza Bradford Cox (Deerhunter / Atlas Sound) ha avuto la sciagurata idea di regalare qualche altro mp3 e si è visto soffiare tutto il lavoro per il prossimo album, con conseguente depressione e paranoia.

- I Sonic Youth "tornano" indie (si acccettano scommesse sulla prossima etichetta: Pitchfork indica le prevedili Domino e Matador, già smentite).

- Sempre su Pitchfork, prendetevi un po' di tempo per leggere il notevole estratto dal libro di Amanda Petrusich, It Still Moves: Lost Songs, Lost Highways, and the Search for the Next American Music, ne vale la pena.

- A 5 anni dalla morte di Eliott Smith, il Los Angeles Weekly torna a quel pezzo di muro sul Sunset Boulevard immortalato dalla copertina di Figure 8.

Nessun commento: