mercoledì 9 luglio 2008

The light

IndurainIn certi periodi dell'anno, Stoccolma vede la luce del giorno per appena sei ore. Dicono che la prolungata oscurità dell'inverno sia causa di depressione in tutto il Nord.
D'altra parte, forse anche quegli istanti di luce così fugaci e alieni fanno sorgere strani interrogativi. Per esempio, The Light degli Indurain è un canto a tutti quei "moments of lost time / to never be returned" che arriva a porsi le più classiche domande "Why did we come here? / Why do we disappear?".

Ho da sempre un debole per il pop calmo e gentile degli Indurain, elettronico con un calore umano e un'aria di sconfinata ma serena malinconia. Il duo svedese, dopo un primo singolo per Cloudberry, ormai sold out, ha ora pubblicato un ep su Plastilina Records intitolato What You Get For Being Naive.
The Light è la canzone che lo chiude, e si adatta a meraviglia anche a questi nostri tramonti mediterranei.

>>>(mp3): Indurain - The Light

2 commenti:

tostoini ha detto...

gli indurain si sono guadagnati sul campo ormai da qualche settimana sulla mia macchina il posto di 'musica da ritorno dal mare' per l'estate 2008.

tardoromantico ha detto...

li ho conosciuti ai tempi del singolo cloudberry sono davvero bravi e...anche simpatici! ci siamo scambiati qualche email, pure! =) ciao e grazie dell'mp3