martedì 1 aprile 2008

My soul was on a mixtape

The RGBsChiunque abbia già ascoltato il nuovo album dei Long Blondes sa che forse è il caso di cercarsi dei nuovi Long Blondes.
Così, quando ho sentito il demo di Cassette Tape, avevo pensato che le londinesi The RGBs potessero essere le prime candidate possibili.
In realtà, la band (tre ragazze ai synth e un ragazzo francese alla batteria elettronica) sembra avere in mente ben altro: un'electro-pop scarno e diretto, che si ispira più a certi gruppi femminili R'n'B degli anni passati (dalle Salt'n'Pepa in giù, specie per le voci) che al pop sofisticato di Kate Jackson e Dorian Cox.
Non a caso, i Groove Armada le hanno prese sotto la loro ala protettiva, e Andy Cato ha da poco finito di registrare alcune tracce con loro.

Ma saranno quei falsetti un po' da Kate Bush che la front-woman Becky Jones si concede qui e là, saranno quei versi sulla ben nota "poetica perduta delle cassette miste" ("why did I put so much into it?..."), alla fine mi sono comunque innamorato di questo fragile abbozzo di canzone, del suo ossessivo finale, che racconta ancora di quando si tenevano i propri sogni magnetizzati su nastro.
Proprio ora che "pare andare di moda dematerializzare anche i mixtape" (*).

fast forward
don't go back cos it's not to question
press play
listen to the sound as it is today...


>>>(mp3): The RGBs - Cassette Tape

1 commento:

Anonimo ha detto...

sono arrivato adesso alle those dancing days io, sei troppo avanti

a.