martedì 29 gennaio 2008

Amycanbe live al Sesto Senso

Amycanbe
Continuo a essere dell'opinione che sia un sintomo del malandato stato di salute della discografia italiana il fatto che un ottimo gruppo come gli Amycanbe sia dovuto emigrare in Gran Bretagna per trovare un'etichetta.
In ogni caso, il loro disco d'esordio Being A Grown Up Sure Is Complicated ora è qui, grazie alla giovane etichetta Dancing Turtle. E gli Amycanbe verranno a presentarlo dal vivo questa sera alle 20.30 al Circolo Sesto Senso, in Via Petroni 9/c.
Ci si vede a banco.

>>>(mp3) Down Under
>>>(mp3) Amycanbe live @ "polaroid blog sessions"

8 commenti:

viadellaviola ha detto...

è bello quando non sai niente di niente di un gruppo o di una voce e li trovi per caso, li ascolti per caso e poi ancora li riascolti...per tutta la sera...e cerchi il myspace e ascolti pure quello per tutta la sera...e finalmente hai trovato la musica che volevi ascoltare che era da un po' che la stavi cercando...

chris ha detto...

gli amycanbe meritano di essere visti e ascoltati, ma lì a bologna lo avete già capito.

quella foto sembra proprio scattata al bronson.

saluti
chris

e. ha detto...

Viadellaviola: grazie, esattamente le cose che la musica degli Amycanbe può ispirare. Se eri al concerto ieri al SestoSenso lo sai.

Chris: sì la scelta della foto era un tributo al Bronson.

Anonimo ha detto...

offerte in italia ci sono state. la scelta di andare all'estero è stata loro.
.matteo

William ha detto...

Gli Amycanbe rispondono riguardo alla scelta "inglese" sul recente Sentire e Ascoltare.

http://www.sentireascoltare.com/CriticaMusicale/Monografie/Amycanbe.htm

William

e. ha detto...

Grazie della segnalazione William, articolo interessante :)

viadellaviola ha detto...

no, non ero al concerto.
vivo in una perugia dove i locali stanno chiudendo uno a uno, e dove ormai non suona più nessuno.

meno male che c'è lo streaming...

Pamela ha detto...

Beh...probabilmente le motivazioni che stanno dietro alle scelte editoriali dei Don Turbolento e quanto dicono sullo stato di salute della discografia in generale, non si discosta troppo dalle motivazioni delle scelte optate invece degli Amycanbe...no?