giovedì 20 luglio 2006

Rather ripped summer

 Sonic Youth - 'Rather Ripped' Non dico nulla di nuovo se dico che l'ultimo album dei Sonic Youth è meraviglioso, e che lo capisce anche chi non ha dimestichezza con la discografia della band newyorkese.
Rather Ripped è il disco che mi ritrovo ad ascoltare più spesso tutte le volte che non ho voglia di ascoltare più nulla, quando penso che sia ora di finirla con tutta questa finta faccenda della musica, del blog, della radio, del mettere dischi.
C'è qualcosa in queste canzoni che riconcilia a fondo. Intendiamoci, non hanno nulla di "dolce", né di consolatorio. Ma ho la sensazione che mi dicano qualcosa del tipo "Siamo qui. Sì, le cose stanno così, potrebbe andare meglio, ma almeno siamo qui".
Uno dei pregi di Rather Ripped è senz'altro quello di aver ispirato anche ottimi pezzi di scrittura musicale. Ce ne eravamo già accorti con il post di Fabio de Luca di qualche settimana fa "Piuttosto lacerato".
Ora ci ritorna su anche Il Blog della Domenica, con "Fronte della gioventù".
Girando per i vari fogli elettronici ogni tanto ne incontro altri che si elevano dalla semplice recensione e meritano una lettura fatta con calma. Li annoterò qui man mano che li trovo (suggerite pure):
- "Nostalgic for Nothing" di Hua Hsu
- "Rather Exhilarating" di Robert Christgau

Nessun commento: