giovedì 27 luglio 2006

Affittasi Ubiquità
Ma non dovevamo vederci più? edition

Non so dalle vostre parti, ma qui sono sere in cui è più facile stipulare un mutuo che prendere sonno. Tanto vale uscire, camminare e perdere tempo. Questa città di notte, d'estate, soprattutto via dal centro, sa regalare ancora qualche momento Ecce Bombo fuori dal tempo. Compaiono baracchine degli Anni Settanta, tavoli improvvisati sopra casse dell'aranciata San Pellegrino, seggiole di un bar sulla spiaggia, e a me bastano due birre per addormentarmi contento come un bambino.
I prossimi giorni però riservano anche ben altri appuntamenti.

Questa sera al Chiostro di S.Cristina, per la rassegna Julive ci sono i Baustelle. Il concerto è gratuito ma bisogna ritirare gli inviti presso l'Estragon Shop (Via Zamboni 53/c) oppure all'Emporio della Cultura in Piazza Maggiore. Gira voce che sia già sold out, ma il programma ufficiale non ne dà ancora notizia.
In alternativa, al Parco di via dello Scalo ci sono i New Hyronja con il loro progetto "Old", mentre a Vicolo Bolognetti, nel Cortile del Pozzo, c'è la rassegna di science fiction italiana con Hypnos - Follia di un massacro (Paolo Bianchini, 1968).
Per chi va in Rivera a prendere il fresco, all'Hana-bi di Marina di Ravenna c'è il garage rock'n'roll del duo Mojomatics. Poco distante, al Boca Barranca di Marina Romea il folk rock dei Ronin e al Loco Squad di Milano Marittima il rock acustico di Lu Silver degli Small Jackets in versione due chitarre e voci.

Domani l'appuntamento principe qui in città è il gran finale della rassegna Nuove Pulse Metropolitane, a Villa Serena. Sul palco il punk abrasivo degli Altro, preceduti dai Same Old Song, il nuovo progetto lo-fi punk di Fabrizio dei Sumo e la Mara delle Black Candy.
Alternative: Diamanda Galas (annullato) Amalia Grè in Piazza S.Stefano con uno spettacolo intitolato Guilty guilty guilty per voce e pianoforte, e Nelson Machado insieme al No Name Trio nel Cortile d'Onore di Palazzo D'Accursio. Segnalo che tutti questi eventi sono gratuiti.

Chi esce dalla città ha solo l'imbarazzo della scelta.
Al Parco di Monte Sole salgono in concerto Paolo Benvegnù e Cesare Basile.
A Medesano (Parma) prende il via la settima edizione del Medesano Indie-Rock Festival, una due giorni con Death Of Anna Karina, Rosolina Mar, Comaneci, Satellite Inn e altri.
Un po' più a nord, a Bergantino (Ro), parte anche il Festival Grande Gru. Questa l'intrigante presentazione ufficiale: "nella cornice del Parco Ballottara, completamente immerso nell'ambiente bucolico e contadino, con echi di festa dell'Unità e di Emilia Paranoica, un festival che promette relax, ambiente amichevole, lambrusco e spritz, ma soprattutto buona musica". In scaletta Super Elastic Bubble Plastic, Perturbazione, Mojomatics, Bikini the Cat, Amycambe e Devocka. Ingresso gratuito e possibilità di campeggio.

Per sabato 29, correggetemi se sbaglio, ma in agenda non c'è nulla?
Il weekend si conclude domenica all'Hana-bi per i Perturbazione in concerto con lo special guest Manuel Agnelli e a seguire Arturo Compagnoni e mettere i dischi, oppure in alternativa qui in città con Gilberto Gil gratis in Piazza Maggiore.
Se dimentico qualcosa segnalate pure con garbo nei commenti. Ci si vede, sudando, a banco.


(ps: ne riparleremo più avanti, ma è già on line il sito del Pop-Gradara Festival. Se non capite nulla è merito di Gecco. Magari qui trovate un comunicato un po' più comprensibile...)

Nessun commento: