venerdì 30 giugno 2006

L'ubiquità si squaglia

Qui fa troppo caldo per segnalare come si deve tutti gli appuntamenti del fine settimana. Oltre al fatto che la cosa più divertente sarà guardare la partita dell'Italia in ascii, mi limito a citare i due o tre luoghi che potrebbero vedere la mia sudata presenza, al resto se volete pensate voi nei commenti.

Stasera chiude la stagione del London Loves, la serata indie del Plastic. Dato che tutti i venerdì dell'anno ero impegnato tra radio e Covo, per una volta Milano potrebbe avermi. Mandate una mail se siete da quelle parti, che io sono straniero e mi perdo.

Down in Emilia, Mara "The Beat Goes On" Mariani, già nelle Black Candy e ora di nuovo ai microfoni di Radio Antenna1, e Nicola "Groove Maker" Caleffi dei Julie's Haircut, spalleggiati da Soneek Max, organizzano una festa sixties al GHERBELLA 296 (Via Gherbella a Modena, tra Vaciglio e san Donnino). L'ingresso è gratuito, la musica prevedibilmente torrida a base di Soul, Garage ("quello originale"), Rock'n'roll, Mod e Good Vibrations in generale. "Sono graditi: l'abito a tema e gli applausi alla fine di ogni pezzo".

All'Ekidna serata furibonda con G.I.JOE (duo funk noise bass guitar da V.Veneto) NERVOUS KID (duo math rock Bologna) THE CHERRY PEDRO IMENEZ (rock'n'roll Reggio Emilia).

Qui in città, a parte quanto segnalato su Bologna Estate non so proprio che succede.
Ah sì: minacciano di sgomberare l'Atlantide. E buone vacanze.

Domani c'è la Street Rave Parade. Fanno dieci anni, io ho già dato.
Per chi se ne va da Bologna, a Ferrara, di fianco al Castello Estense sarà in concerto un altro monumento: arrivano i Flaming Lips.
All'Hana-bi, come in buona parte della Riviera, c'è la Notte Rosa.
Ci si vede a banco, con qualcosa di fresco.

Nessun commento: